Giulio Corcos nasce nel '49 a Roma dove attualmente vive e lavora. Fin dall'infanzia manifesta la sua indole artistica e sviluppa le sue capacità dedicandosi dopo anni di studio e disegno alla pittura. Matura negli anni il suo percorso artistico che lo porta dal fauvismo iniziale al post-futurismo ed in seguito al divisionismo, all'astrattismo per approdare ad una sua forma di concettualismo metafisico, che definisce "periodo cosmico" ed attualmete con un ritorno al figurativo di matrice stavolta espressionista. La sua visione di un mondo onirico si ispira alla spazialità cosmica e misterica. Esplora il cosmo che ha dentro di sé come un viaggiatore dello spaziomsenza tempo. Utilizza segni che riproducono semplici archetipi inconsci, matrici di mondi ignoti, simboli di che galleggiano in spazi insondabili sconosciuti ed evanescenti, ma a lui familiari, dove la presenza o l'assenza della vita si propone come intuizione e non come certezza, dove il futuro è inseguito fin dentro al sogno in cui tutto è possibile. L'artista descrive con le sue tempere su tavola o su tela il suo viaggio immaginario tra galassie, quasar, pulsar, nebulae, su sfondi di elaborata profondità dove il segno si materializza nel vuoto cosmico alla ricerca del sé al di fuori di sè. G. assume come veicoli di trasmissione del messaggio i suoi proto-tipi che ripropone come costante ed immanente presenza come orme del suo passare. Il viaggio di G.attraverso la sperimentazione di altre modalità pittoriche continua. G. riprende la via del figurativo i cui sentieri ripercorre lasciando l'indefinita spazialità del cosmo per ri calcareun terreno più realistico e descrittivo. Utilizzando la propria interiorità e le proprie emozioni come filtro narra una realtà espressionista in cui gli oggetti rappresentati esprimono i contrasti e le emozioni forti che agitano il suo animo e permeano la realtà. G. trasfonde nelle immagini dei suoi paesaggi la solitudine della sua coscienza inquieta ed emozionata, con l'utilizzo di colori forti e tratti decisi rappresenta ed evoca sensazioni ritagliando figure immagini e ritratti con linee precise e nette e in cui evidenzia l'anima e il carattere , nei paesaggi il dramma, nei cieli il sogno leggero o l'incubo della minaccia immanente che inquietano ed emozionano.
Ha esposto a Roma, Parigi, S.Francisco, Auckland, le sue opere sono presenti nelle collezioni private.

© 2009 - Grafica e Layout sono di esclusiva proprietà di Beautiful-Minds.it